Rassegna al Kinemax


image

Frontiera

CORTOMETRAGGIO Un adolescente al primo giorno di lavoro da necroforo e un ragazzo alla prima missione da sommozzatore sono sul ponte di un traghetto diretto a Lampedusa. Non si conoscono, ma quando metteranno piede sull’isola le loro vite cambieranno per sempre: uno dovrà recuperare i corpi dei naufraghi, l’altro li dovrà seppellire, in una sorta di balletto fra la vita e la morte, l’innocenza e la sua perdita.

ORE 19.00 - CORTOMETRAGGIO

image

Dachra (o.v. sott. ita)

Yasmin, studentessa di giornalismo tunisina, e due suoi compagni di corso decidono di occuparsi del caso irrisolto di Mongia, una donna ritrovata mutilata 25 anni prima, ora rinchiusa in un manicomio e sospettata di stregoneria. Nel corso delle indagini i tre amici arrivano nell’arcaico e inquietante villaggio di Dachra, isolato nella campagna fra capre, donne silenziose, misteriosi pezzi di carne lasciati essiccare e pentole fumanti. Il capo villaggio, gioviale ma minaccioso, li invita a restare per la notte ma quando Yasmin comincia a scoprire i segreti di Dachra, capirà di dover fuggire prima che sia troppo tardi… Il regista Abdelhamid Bouchnak (1984) ha studiato all’Ecole Supérieure de l’Audiovisuel et du Cinéma di Gammarth. Nel 2008 si è laureato realizzando il suo primo corto Miroir. Lo stesso anno ottiene il premio come Miglior Giovane Regista all’International Student Film Festival di Cartagine, e successivamente si trasferisce a Montreal per completare un master in studi cinematografici. Dal 2012 ha prodotto e diretto videoclip, web series e cortometraggi. Dachra è il suo primo lungometraggio.

ORE 19.15 - IN VERSIONE ORIGINALE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO

image

Gagarin, mi mancherai

CORTOMETRAGGIO Un uomo e una donna vivono da sopravvissuti all’estinzione della specie. Spinto dal desiderio di altrove, l’uomo si rifugia nella sua immaginazione. Visita i villaggi abbandonati, raccoglie rottami e progetta improbabili macchine volanti. La donna lo osserva da lontano. Almeno finché dal cielo qual – cosa precipita al suolo, e irrompe nella loro vita. Un ospite inatteso, che li costringerà a interrogarsi su identità, realtà e desiderio, e sull’atto stesso di immaginare.

ORE 21.15 - CORTOMETRAGGIO

image

You have the night (o.v. sott. ita)

Dopo aver abbandonato la nave su cui lavora, Sanja si trova alla deriva, senza un posto in cui andare e può solo tornare a casa. Il cantiere navale ha dichiarato bancarotta, lasciando molti operai senza lavoro. Le barche coperte dai teloni punteggiano il paesaggio, messe da parte in attesa di giorni migliori. Arriva una tempesta e una vita è persa. Nel bosco Luka aspetta la notte. La notte in cui tutto potrebbe cambiare. Il regista Ivan Salati? (1982) è nato a Dubrovnik ed é cresciuto a Herceg Novi. I suoi cortometraggi mescolano il documentario e la finzione e sono stati presentati in vari festival internazionali fra cui la Mostra di Venezia, dove ha presentato Backyards nel 2015. Ha un master in cinema della HFBK di Hamburgo. You Have the Night è il suo primo lungometraggio.

ORE 21.35 - IN VERSIONE ORIGINALE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO