Rassegna al Kinemax


image

Still recording

Vincitore dei seguenti premi all'ultima Mostra del Cinema di Venezia: Premio del Pubblico Sun Film Group (Settimana Internazionale della Critica) - Fipresci Award - Premio per l’Inclusione Edipo Re - Premio Mario Serandrei per il Miglior Contributo Tecnico (Settimana Internazionale della Critica) - Premio Vivere da sportivo il fair-play al cinema. Il film di Saeed Al Batal e Ghiath Ayoub, entrambi giovani cineasti siriani, scava a fondo nella catastrofe che da anni lacera il loro paese e per farlo adopera l’approccio – era pressoché inevitabile – del cinema documentario, con la sua urgenza di aggredire la realtà e di coglierla nel suo disfacimento materiale, hic et nunc, di edifici, di corpi e, inevitabilmente, anche di senso. A guidare l’intero lavoro è l’illusione che l’occhio della cinepresa sopravviva all’uomo ed esista forse persino a prescindere dall’uomo stesso. Ma fino a che punto, è lecito chiedersi, questa illusione è realmente in grado di trasmettere il lezzo dei cadaveri giustiziati e la spirale d’orrore innescata dalle bombe sganciate dal cielo? Lungo e spossante, girato tra il 2011 e il 2015, Still recording ospita nondimeno impressionanti sequenze di vagabondaggio tra le macerie a seguito delle milizie e mostra, come se avessimo ancora bisogno di conferme, fino a che punto, sovente, le immagini rendano superfluo ogni tipo di commento.

Lunedì 19 e martedì 20 novembre