logo

Rassegna al cinema


image

Una notte al louvre - leonardo da vinci

Il documentario porta lo spettatore a passeggiare virtualmente nelle sale del Louvre, in un tour alla scoperta di Leonardo da Vinci, al quale è stata dedicata una mostra nel museo parigino. Un'esposizione, conclusasi lo scorso febbraio, che ha raccolto oltre 1 milione di visite, un record anche per il Louvre. Con il documentario si mira a estendere la platea, così da permettere ad altre persone di fruire di questa occasione per ammirare le opere più belle e iconiche della produzione del genio. Un percorso notturno, quello proposto, accompagnati dai curatori della mostra, Vincent Delieuvin e Louis Frank, che per quattro notti hanno passeggiato tra le sale per realizzare questo progetto. Non solo un'immersione nelle opere di Leonardo, ma anche un tentativo di capite a fondo la sua arte e approfondire quella che lui definì "la scienza della pittura", un'indagine che mirava a dar vita ai suoi capolavori, velati da un mistero nascosto nello sguardo.

image

Maledetto modigliani

Realizzato in occasione del centenario dalla scomparsa di Amedeo Modigliani (1884-1920). Livornese dalla vita breve e tormentata, Dedo o Modì, come fu soprannominato, viene qui narrato da un punto di vista originale: quello di Jeanne Hébuterne, l’ultima giovane compagna, che si suicidò due giorni dopo la morte dell’amato. Per comprendere Modigliani, quarto figlio di una famiglia di origini ebraiche sull’orlo di una crisi finanziaria, bisogna partire proprio dalla sua Livorno e da una provincia italiana che sin dagli albori gli è troppo stretta. Modigliani decide di partire e andare in cerca di altro. Va a Firenze, poi a Venezia. Arriva a Parigi nel 1906, a 21 anni. È qui che nasce la sua leggenda: tombeur de femmes, alcolista, artista maledetto. In realtà è un uomo che maschera una malattia, che si aggrappa alla vita e alla propria arte. Ha una verità da trasmettere: valori universali racchiusi nella semplicità di linee e volti che ne fanno uno dei maggiori esponenti di primo Novecento e un classico del XXI secolo.

image

Pompei. eros e mito

Un documentario che propone un viaggio indietro nel tempo di duemila anni e mette a nudo i miti e i personaggi che hanno contribuito a rendere immortale questo sito straordinario cristallizzato dalla drammatica eruzione del 79 d.C. Dalla storia d’amore tra Bacco e Arianna al rapporto ambiguo tra Leda e il Cigno, dalla sete di sangue soddisfatta dalle lotte gladiatorie alla disperata ricerca dell’immortalità di Poppea Sabina, Pompei - Eros e mito analizza i miti, le leggende e gli aspetti più segreti della città. A condurci attraverso le sue strade di ciottoli una narratrice d’eccezione: Isabella Rossellini diretta dalla regia visionaria di Pappi Corsicato. La presenza e la voce della Rossellini ci accompagneranno lungo un percorso che mostrerà come i miti e le opere ritrovate abbiano ammaliato e influenzato artisti del calibro di Pablo Picasso e Wolfgang Amadeus Mozart. Una danza in equilibrio sul sottile filo invisibile che separa la leggenda dalla realtà, capace di attraversare i secoli ed ispirare il mondo contemporaneo.